Cosa e’ lo Zenzero?

Lo zenzero (Zingiber officinalis) è una pianta erbacea perenne appartenente alle Zingiberaceae e originaria dell’Estremo Oriente, ma da tempo largamente coltivata nella fascia tropicale e subtropicale. È dotata di un rizoma carnoso e ramificato al quale si aggrappano le foglie lanceolate. I fiori sono di un colore fra il giallo ed il verde mentre i semi del frutto sono contenuti in un involucro diviso in tre parti.

Per chi volesse cimentarsi nella coltivazione in casa ( possibile e ci sono riuscita) , il rizoma giovane e fresco, si raccoglie quando la pianta raggiunge i 5 mesi mentre se si vuole un rizoma più aromatico che verrà poi essiccato allora occorre attendere 9 mesi, mentre se si vuole estrarre un olio essenziale dal rizoma occorre attendere qualche mese in più. Il rizoma si raccoglie dopo la fioritura.

Le proprietà dello Zenzero

Lo zenzero contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Lo zenzero, con cui si indica comunemente il rizoma della pianta( comunemente detta radice ), può essere consumato fresco, essiccato in polvere. Grazie al suo sapore particolare, tendente al piccante, è usato come spezia a crudo o a cotto, in moltissimi tipi di preparazione, dai pasti principali ai dolci.  Questa spezia gode di tantissime proprietà curative. Vediamo ora in dettaglio le sue caratteristiche.

Come viene usato lo zenzero?

Questa spezia è davvero molto versatile: si possono produrre bevande, dolci e biscotti, infusi e medicamenti naturali. Ogni paese usa lo zenzero in modo diverso per curare svariate forme di malessere :

  • è un potente antiossidante, contrasta l’azione dei radicali liberi e quindi combatte l’invecchiamento cellulare,
  • stimola la digestione,
  • stimola la circolazione periferica,
  • ha ottime proprietà antinfiammatorie
  • possiede inoltre un’azione antinausea che lo rende un valido alleato nelle donne in gravidanza, antiemetica (contro il vomito), e antipiretica.
  • e cosa non da poco, contribuisce a esaltare i sapori delle pietanze a cui è solitamente associato.

La medicina araba lo considera addirittura un afrodisiaco, in Africa viene utilizzato contro le punture degli insetti e in India si utilizza sulle tempie per dare sollievo al mal di testa.

Può essere utilizzato anche nel tè, o insieme a foglie di basilico e rigorosamente preso a stomaco vuoto come cura per la congestione e per la tosse, e anche nella preparazione del Ginger Ale, la famosa bevanda analcolica americana.

Studi scientifici hanno dimostrato una reale efficacia dello zenzero contro la nausea, in particolare è molto apprezzato in caso di nausea da gravidanza, mal d’auto e mal di mare. In particolare un infuso prearato con 5 grammi di radice di zenzero in 1/2 litro d’acqua o la radice da masticare risulta assai efficace contro la nausea.

Grazie alle sue proprietà antibatteriche, lo zenzero è ottimo anche per alleviare il fastidio legato alla presenza di ulcere; in particolare esiste una varietà che con le sue secrezioni altera i succhi gastrici. La radice di zenzero serve, inoltre, ad equilibrare la produzione di liquidi all’interno dello stomaco.

Curiosità Zenzero e Limone per dimagrire:

L’assunzione di zenzero e limone sono ottimi alleati per chi sta cercando di perdere peso. Aiutano a tenere a bada il senso di fame soprattutto se assunti come bevanda calda ma, in particolare lo zenzero, aiuta anche ad attivare il metabolismo e quindi a bruciare più facilmente i grassi. Per quanto riguarda il limone, invece, questo frutto aiuta la disintossicazione dell’organismo e favorisce la diuresi.

CONTROINDICAZIONI DI ZENZERO E LIMONE:

A chi soffre di gastrite o ulcere, la soluzione acqua, limone e zenzero viene spesso sconsigliata in quanto potrebbe dare fastidio peggiorando i sintomi. Dosi eccessive di zenzero, invece, possono avere effetti contrari a quelli che si evidenziano solitamente ovvero bruciori di stomaco, problemi digestivi e gastrointestinali. Chi assume farmaci e vuole fare un uso quotidiano di zenzero è meglio che chieda il parere al proprio medico curante. Il succo di limone, invece, non presenta particolari controindicazioni salvo, come per tutte le cose, non se ne faccia un uso esagerato.

Valori nutrizionali dello Zenzero:

Ogni 100 grammi: 80 kcal; 78.9 gr. ca di acqua, 17,8 gr. ca di carboidrati, 2 gr. ca di fibre, 1,8 gr. ca di fibre, 0,75 gr. ca di grassi.
In percentuale: 83,5% ca di carboidrati, 8,5% ca di proteine, 7,9% ca di grassi.
Minerali: calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro, manganese, zinco, rame, selenio.
Vitamine: B1, B2, B3, B5, B6, C, E, J.
Aminoacidi: i più presenti sono l’acido aspartico e l’acido glutammico.

Post correlati