Spesso ci ritroviamo a chiederci come mai non troviamo la forza di affrontare qualcosa di nuovo o di reagire ad una situazione che non ci sta bene. Si tratta di paura. Una paura radicata profondamente e che non ci permette di vivere a pieno il presente ed entrare in contatto con noi stessi.

la paura

Cos’è la paura?

La paura, come scrisse Osho, è assenza di amore. Di solito la gente pensa che l’opposto dell’amore sia l’odio, ma non è così.  È la paura ad impedirci di aprirci a nuove esperienze, nuove emozioni. L’amore è un riversarsi all’esterno, senza timore di poter essere rifiutati o di fallire. La paura è un rattrappirsi dentro se stessi, non permettere a nulla di toccarci, chiudere ogni finestra e cosi nemmeno il sole può raggiungerci. Ne siamo letteralmente terrorizzati. La paura può essere accompagnata dai sensi di colpa, nel particolare dal senso di colpa di non essere abbastanza forte per affrontare le difficoltà che ci travolgono. ( vedi: senso di colpa) siamo cosi portati a sottovalutare noi stessi e le nostre potenzialità.

Cosa provoca la paura?

Non dobbiamo sentirci in colpa perché abbiamo paura. È un emozione perfettamente normale e primordiale. La cosa importante è comprenderla e accettarla, sentirla parte di noi. I numerosi tentativi di rimuoverla o ignorarla, non fanno altro che renderla ancora più profonda creando le fondamenta per quei famosi blocchi emotivi che filtrano la realtà che ci sta intorno. Non riusciamo più a osservare quelli che ci circonda senza preconcetti. Tutto è paura. Tutto viene percepito in base al nostro stato d’animo, come se dovessimo sempre mantenere uno stato d’ allerta. Siamo terrorizzati dal fallimento e allora non ci mettiamo in gioco al lavoro, nelle relazioni. Siamo bloccati. E abbiamo paura di guardarci dentro.

Come affrontare la paura?

affrontare la paura

Una cosa è certa: la paura non può essere evitata, né tantomento annientata. La paura può essere solo compresa. E accettare e comprendere la propria paura è un atto d’amore verso se stessi. Provate a fermarvi ed ascoltare quello che il vostro corpo e le vostre emozioni vogliono comunicarvi. Sarete pervasi da molte sensazioni e molti pensieri. Quando arrivano le preoccupazioni seguite dalla paura di non farcela, di non essere all’altezza, non scappate. State fermi e provate a comprendervi. Qual è il motivo? Perché questa emozione è inaccettabile per voi? Se pensate di essere i soli ad avere paura, se pensate che le vostre paure siano inutili e che non dovreste stare così, non prendetevela con voi stessi. Avete il diritto di ascoltarvi e di lasciar scorrere ogni emozione, anche negativa. Di conoscervi. Nulla è giusto e nulla è sbagliato nell’immenso universo emotivo che è dentro di noi. La comprensione è il primo passo verso la guarigione.

Consigli

Non abbiate paura della vostra paura. Lasciatela scorrere dentro di voi. Accettate la sua presenza e ricordate: la paura è sempre riferita a qualcosa di futuro o passato, non esiste mai nel presente.

 

Riferimenti: paura del futuro, sensi di colpa ecc.

 

 

 

La Paura
3.0Punteggio totale
Voti lettori: (2 Voti)

Post correlati