Non serve la dieta per una sana e corretta alimentazione, e’ sufficiente mangiare e nutrirsi in modo che il nostro organismo abbia l’energia giusta per affrontare la giornata.

Cereali, legumi, verdura e frutta sono alimenti importanti perché apportano carboidrati (soprattutto amido e fibra) ma anche vitamine, minerali e acidi organici. Inoltre, cereali e legumi sono anche buone fonti di proteine.
In più, il consumo di un’adeguata quantità di frutta e verdura consente di ridurre la densità energetica della dieta. Questo non solo perché il tenore in grassi e l’apporto calorico complessivo sono limitati ma anche perché il potere saziante di questi alimenti è particolarmente elevato.

Per una sana e corretta alimentazione è sufficiente seguire alcune semplici regole:

1) Ripartire gli alimenti in cinque pasti giornalieri

(prima colazione, pranzo, cena e due merende, una antimeridiana e una pomeridiana).

Se ti stai chiedendo quante volte al giorno è consigliabile mangiare per mantenere l’organismo ben nutrito ma allo stesso tempo leggero…forse rimarrai un pò perplessa scoprendo che i migliori nutrizionisti concordano sul fatto che una alimentazione sana ed equilibrata prevede 5 pasti al giorno. Proprio così!

2) Considerare la prima colazione un pasto di fondamentale importanza.

Una colazione “saltata”, ridotta o mal fatta espone il nostro organismo a una serie di rischi:

  • Aumento della fame ( Lo stomaco vuoto (o semivuoto) scatena la fame nervosa e la voglia di mangiucchiare già verso le 10 del mattino.)
  • Metabolismo si ferma  (non ricevendo la giusta dose di “carburante” sotto forma di cibo, si blocca.)
  • Cattiva digestione ( I succhi gastrici “eccitati” dall’assunzione di un caffè da solo scatenano fenomeni infiammatori che alla lunga irritano tutto il tratto digerente e appesantiscono la digestione.)

Per una corretta alimentazione ricorda di non saltare mai la colazione, senza carburante una macchina non si mette in moto!

3)Equilibrio negli alimenti di origine animale e vegetale, in particolare di frutta e verdura.

L’organismo umano ha bisogno di tutti i tipi di nutrienti per funzionare correttamente. Alcuni sono essenziali a sopperire il bisogno di energia, altri ad alimentare il continuo ricambio di cellule e altri elementi del corpo, altri a rendere possibili i processi fisiologici, altri ancora hanno funzioni protettive.

4) Preparare cibi appetibili con alimenti di facile digestione che non provochino sonnolenza.

L’ intolleranza può essere dunque il sintomo di una reazione dell’organismo a cibi comuni, insospettabili, ma che costituiscono uno stimolo tossico capace di dare luogo a numerosi problemi. Esistono però alimenti altamente digeribili che, se combinati nella giusta maniera, permettono di evitare alcuni problemi collegati all‘apparato gastrico. Grazie a questi cibi possiamo risolvere alcuni problemi come la stitichezza, la colite e il meteorismo.

5) Consumare i pasti in ambienti sereni e tranquilli dedicandovi il tempo necessario.

Chi è più lento nel mangiare e masticare riesce a controllare meglio l’appetito e stimola l’organismo a controllare l’apporto calorico o energetico: in questo modo è più facile tenere a bada la fame e il proprio peso

6) Moderare il consumo di oli e grassi da condimento

Date la preferenza a quelli di origine vegetale ed in particolare all’olio extra vergine di oliva. Usare i grassi da condimento preferibilmente a crudo e limitare fritture e cotture prolungate, evitando soprattutto la riutilizzazione dei grassi già cotti. Preferire, di norma, gli alimenti più magri.

7) Limitare l’uso del sale, dando la preferenza a quello iodato.

Esistono condimenti in natura decisamente più saporiti del sale…. provate ad esempio il gomasio, condimento di origine asiatica ed è formato da sale marino e semi di sesamo tostati e tritati. Come rinunciare al sapore delle erbe aromatiche in cucina? Ne esistono così tante e con colori, sapori e odori differenti. Ognuna è adatta ad un cibo: la salvia è ottima con le patate; il timo e il limoncello con il pesce; rosmarino e prezzemolo per le verdure. Potete lasciar andare la fantasia e combinare insieme per sapori unici.

8) Dedicare almeno un’ora al giorno all’attività fisica.

  • 1) Migliora il tuo umore.
  • 2) Riduce il rischio di Alzheimer.
  • 3) Riduce il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari.
  • 4) Aumenta l’energia.
  • 5) Riduce lo stress e l’ansia.
  • 6) Controlla il tuo peso.
  • 7) Migliora la qualità del sonno.

Questi sono solo alcuni dei benefici che ritroverete dedicando quel poco che basta per cambiare radicalmente il vostro stile di vita.

9) Consumare quantità adeguate di latte e derivati, uova, carni, pesce e legumi

Le proteine contenute nelle carni, nel pesce e nelle uova sono dette anche proteine “nobili”, perché è contengono tutti gli aminoacidi essenziali. Consumare i legumi insieme ai cereali (come ad esempio nella pasta e fagioli) permette di assumere proteine complete anche da alimenti di origine vegetale.

10) Riposare durante la notte per almeno otto ore

Una ricerca della scuola di Medicina e psichiatria dell’Università di Pittsburg rivela i danni dell’insonnia. Rischio d’ ictus, attacchi cardiaci e diabete, si ingrassa troppo ed è più facile ammalarsi di tumore.

 

Queste semplici regole per una corretta alimentazione e stile di vita sano ti aiuteranno con il tempo a cambiare abitudini, a sentirti meglio, e affrontare la vita di petto!

Post correlati