mp3 indir

Il vino ha sempre ha sempre esercitato un influenza rilevante nella cultura dell’uomo. Moltissimi i significati ad esso attribuiti, molte le storie che lo vedono protagonista.

Allo stesso modo numerose sono le sue vitù, le proprietà benefiche e nutrizionali del “nettare degli dei“, non solo una bevanda ma anche un alimento e medicamento, ingrediente fondamentale di alcune preparazioni aliemntari utilizzate come efficaci rimedi per stati patologici.

Ma ovviamente c’é vino e vino.

Un bicchiere al giorno di vino dal sapore incantevole accompagnerà i vostri piatti e migliorerà notevolmente il vostro benessere. Ecco qui il perché.

Vino rosso

Tra tutti i vini in commercio, andrebbe preferito il consumo del vino rosso, ottimo attivatore metabolico, agisce come antiossidante, fornisce numerosi nutrienti utili e contiene in maggior quantità antocianidine, resveratrolo, saponine , ferro, acido gallico, composti fenolici e altre sostanze salutari al nostro organismo.

Dalla polpa dell’uva derivano le vitamine B1, B6, B2, A e C, Sali minerali, zinco, rame, ferro, magnesio, potassio e sodio, acidi organici, malico, tartarico ( con proprietà antitumoralispecifiche per il tumore della prostata), citrico, che si ritrovano in grandi quantità nel vino.

Cosa contiene la buccia dell’acino?

Nella buccia del’acino dell’uva rossa si concentrano numerosi polifenoli, che riducono il consumo energetico, l’accumulo di grassi nel fegato, gli zuccheri nel sangue e anche la pressione arteriosa. I polifenoli sono biologicamente più attivi se il vino e’ invecchiato in botti di legno impregnate di acido tartarico e pigmenti.

Cosa sono i polifenoli?

I polifenoli sono delle sostanze naturali, che sono conosciute per il fatto di apportare molti benefici alla salute umana. Possono essere distinti in tre classi, i fenoli semplici, i flavonoidi e i tannini. Si trovano in diversi cibi, come il vino rosso, il , la frutta, la verdura e i cereali. Questi alimenti contengono in grande quantità questi principi nutritivi dalle proprietà antiossidanti, in grado di svolgere differenti azioni da non sottovalutare, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione dell’invecchiamento cellulare e dello sviluppo dei tumori. I polifenoli proteggono dall’insorgenza di alcune malattie, come l’arteriosclerosi e le malattie cardiovascolari in generale.

Resveratrolo potente antiossidante

Anche sulla buccia dell’uva troviamo il resveratrolo, con potenti azioni antitumorali generici accertate da studi scientifici e con un elevata attività antinfiammatoria.

Il resveratrolo nel vino e’ pari, mediamente, a 1,5 – 3,5 mg/l e nella buccia dell’uva se ne trovano 50/100 g ( peso secco). Tuttavia stabilire con precisione il contenuto di una bottiglia di vini e’ molto difficile, se non impossibile, in quanto la concentrazione nell’acino di questa preziosa sostanza varia a seconda del tipo di vitigno, dall’annata e le condizioni climatiche.

Vini con alto contenuto di resveratrolo:

Tra i vini con maggiori quantità di resveratrolo troviamo il Nebbiolo, il Sangiovese, il Cabernet Suavignon, il Montepulciano, l’Aglianico, il Primitivo e il Negramaro Salentino.

Il Sagrantino contiene una quantità incredibile di polifenoli antiossidanti rispetto agli altri vitigni : da 4000 a 6000 mg/l.

Infine non bisogna pero’ farsi ingannare dai numeri perché sarebbe impossibile arrivare al fabbisogno giornaliero di resveratrolo, neanche con una bottiglia intera. Per una prevenzione efficace la dose consigliata giornaliera e’ di 250/300 mg al giorno (resveratrolo) mentre 1 litro di vino ne contiene 4-5mg. Per tali quantità dovremmo bere bottiglie su bottiglie andando a danneggiare in breve tempo il nostro fegato.

Composizione chimica del vino

Il vino rosso contiene:

  • enzimi benefici
  • omega 3
  • resveratrolo
  • tirosolo
  • acido caffeico
  • polifenoli
  • flavonoidi
  • glucosidi
  • procianidolci
  • proantocianidine
  • acido ellagico
  • quercetina
  • minerali (calcio, sodio, zinco, fosforo, potassio, rame, fluoro, magnesio, ferro, selenio, manganese)
  • vitamine B1, B2, B3, B4, B6, K e J.
  • beta-carotene
  • luteina
  • zeaxantina

Curiosità

Un bicchiere di vino aiuta anche a digerire meglio, perché il suo sapore gradevole e l’alcol stimolano la secrezione gastrica e intestinale.

Si hai peccati di gola, ma solo quelli che ti fanno bene, bevi con moderazione. Se eccedi, rischi di danneggiare i tuoi organi, soprattutto il fegato!