La vita media di uno smartphone è probabilmente inferiore, per tanti motivi, a quella dei cellulari della precedente generazione. Uno smartphone è più delicato e in caso di urti o cadute può danneggiarsi con maggiore facilità e gravità rispetto ai vecchi telefoni, che paragonati a quelli odierni erano quasi indistruttibili. Uno smartphone inoltre rischia nel giro di pochi anni di diventare obsoleto, in particolare se si opta per modelli economici, che dopo un po’ non saranno più aggiornabili e ci impediranno pertanto di usare alcune delle App più popolari.

Nonostante uno smartphone non abbia poi una vita così lunga, c’è un suo componente che spesso ha una durata ancora inferiore, parliamo della batteria. Le batterie non durano per sempre, non si possono ricaricare all’infinito e a lungo andare soffrono di significativi cali di prestazione che possono richiederne la sostituzione. Ma come possiamo capire se è giunto il momento di cambiare la batteria del nostro smartphone?

In linea di massima, accorgersi che qualcosa non va con la batteria del proprio telefono non è difficile. Se prima ci durava un’intera giornata e ora, a parità di utilizzo del dispositivo, dopo poche ore è già scarica e dobbiamo andare in giro sempre con uno o più power bank è probabile che qualcosa non vada.

Se si ha il dubbio che la batteria dello smartphone abbia qualche problema ci sono diverse cose che è possibile fare per cercare conferma. Se il vostro smartphone prevede la possibilità di estrarre con facilità la batteria osservatela con attenzione, se appare danneggiata o alterata in qualsiasi modo, ad esempio leggermente gonfia, è senza dubbio venuto il momento di sostituirla, non solo la ricarica vi durerà sempre meno, ma una batteria in cattive condizioni potrebbe essere potenzialmente pericolosa, forse avrete letto notizie di telefoni che prendono fuoco o esplodono, meglio on rischiare.

Molti cellulari non consentono di estrarre e sostituire con facilità la batteria, in questo caso non potrete osservarla, ma potrete comunque testarne le performance con una delle tante App che permettono di farlo e quindi capire se il problema che avete notato sta proprio qui o magari è da cercare altrove.

Non sempre un calo nella durata della ricarica dipende direttamente da problemi della batteria, può darsi che abbiate una o più App che consumano molta energia, anche questo è monitorabile con appositi software. Sia su iOS che su Android basta andare in Impostazioni e poi in Batteria per trovare tante informazioni interessanti sulle performance della stessa e farsi un’idea più precisa sul fatto che sia giunto o meno il momento di cambiarla. Se volte ancora più informazioni, come detto ci sono varie App che consentono di averle.

Se alla fine opterete per la sostituzione della batteria, ricordatevi di affidarvi solo a tecnici esperti, improvvisare, in particolare se il vostro dispositivo non permette una facile e autonoma sostituzione della batteria, equivale ad un bel rischio, potreste fare grossi danni e magari arrivare a trovarvi con uno smartphone da buttare.

Quando cambiare la batteria dello smartphone
3.6Punteggio totale
Voti lettori: (2 Voti)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.