Il latte crudo è indispensabile?

L’uomo ha addomesticato gli animali da latte e, unico fra i mammiferi, li alleva allo scopo di ottenere per suo consumo il latte destinato alla prole.

La capacità di digerire il lattosio, il principale zucchero contenuto nel latte, è tipica dell’infanzia. Il fatto di mantenerla in età adulta è una caratteristica umana nuova, nonostante la maggiorparte delle persone adulte non digerisca il latte.

Il latte vaccino non è indispensabile nell’ alimentazione dei bambini: finché sono allattati, il latte materno è quello ideale e nutriente.

Quale latte preferire?

Senz’altro il latte crudo, ovvero quello che viene venduto alla spina o in bottiglie di vetro direttamente dai produttori locali. Il motivo è semplice, perché non hanno subito trattamenti termici ma solo filtratura. Viene prodotto in piccoli allevamenti in cui le mucche hanno la possibilità di pascolare, e la maggior parte sono classificate come biologiche.

 

Perche’ il latte crudo

  • Alimento più completo, nutriente ed ecologico
  • Contiene più vitamine liposolubili (A e E)
  • Contiene fosfatasi alcalina, un enzima che si perde con il calore , utile perché favorisce l’assimilazione del calcio
  • Conserva tutte le proprietà nutritive
  • È cremoso e dal gusto intenso
  • È latte (davvero) 100% italiano
  • Sostieni gli allevatori locali
  • Costa poco e quello che paghi va in tasca all’allevatore che ha prodotto il latte, non alla grande distribuzione

Come si usa il latte crudo?

Il latte crudo e’ un alimento completo, si può bere a colazione o a merenda, o usare in alcune ricette, anche se la cottura fa perdere alcune proprietà.

Il latte crudo va bollito?

Nel mese di dicembre 2008 si è scatenato un caso mediatico nazionale sul latte crudo ed i suoi presunti effetti negativi sulla salute umana (batterio E. Coli O 157). Non entrerò nel merito, ma alleghiamo due link per farvi un idea :

Guarda l’intervista al Dott. Fausto Cavalli

Come si fa il latte crudo:

 

Altri tipi di latte

Latte pastorizzato

E’ quello che viene venduto come latte fresco, dopo aver subito un riscaldamento veloce a 70° per pochi secondi e centrifugato. Questo procedimento riduce la carica batterica del latte e lo rende conservabile a 4°c per 5-6 giorni. Oltre al riscaldamento e alla centrifuga, che separa la parte grassa aggiunta successivamente per creare il latte intero, il latte viene anche omogeneizzato.

Omogeneizzare significa passarlo attraverso dei filtri finissimi, al fine di ridurre ulteriormente le particelle di grasso.

Latte Microfiltrato

Si dice microfiltrato quel latte venduto fresco con una durata superiore ( fino a quindici giorni in frigorifero). Dopo i soliti processi , viene pastorizzato per 20 minuti e riaggiunta la parte grassa e successivamente omogeneizzato. Conservazione più lunga ma non paragonabile al latte fresco nutriente.

Latte UHT a lunga conservazione

Trattato ad alte temperature, ha un sapore nettamente differente rispetto al latte di partenza. Si può conservare a temperatura ambiente, in contenitori ermetici fino a sei mesi. Una volta aperto va consumato nel giro di qualche giorno.

Altri tipi di latte prevedono l’aggiunta di acidi grassi o la scomposizione del lattosio, a vantaggio delle persone intolleranti.

Lo sapevate che….

  • Curiosità
    Il latte è meglio delle benzodiazepine. Secondo una recente ricerca condotta dall’ Uimyung Research Institute for Neuroscience il latte munto di sera è un vero toccasana per il sistema nervoso. Svolge un effetto tranquillamente in maniera molto simile ai farmaci di uso più comune come le benzodiazepine.

Post correlati