Quali sono i posti più strani al mondo? Scopriamo insieme 7 posti incredibili, quasi surreali ma sopratutto strani che possiamo visitare solo viaggiando!

posti più strani al mondo

Quanti di noi amano viaggiare? Viaggiamo sempre alla ricerca di posti incantevoli, che immaginiamo solo nella nostra mente. Viaggiamo per passione, per lavoro o solo per il gusto di viaggiare. Ma la metà sarà sempre una sorpresa, come al nostro primo appuntamento, immaginiamo come saràma fino a che non la vedremo…. non potremo capire la vera emozione.

E’ solo viaggiando che possiamo avere l’occasione di visitare  posti incantevoli e strani che abbiamo selezionato per voi. Posti all’apparenza incredibili, quasi surreali, ma che esistono veramente e non solo nei sogni, da visitare almeno una volta nella vita.

Scopriamo insieme i 7 posti più strani al mondo

1 – Il Campanile Sommerso

Affascinante e Fiabesco è il simbolo della Val Venosta. E’ un piccolo paradiso di montagna, un luogo ideale per la villeggiatura sia estiva che invernale. In questo bellissimo scenario della valle altoatesina (lago di Resia), è impossibile non notare il suo simbolo, un campanile che spunta in mezzo al lago.

E’ tutto ciò che resta dell’ antico borgo di Curon Venosta

antico borgo di Curon Venosta

2 – Foresta i pietra Cina

Molto conosciuta tra i turisti non solo per la sua peculiare costanza climatica, ma anche per i meravigliosi panorami e paesaggi. Tra i più importanti e suggestivi troviamo sicuramente la foresta di pietra. Nota fin dalla Dinastia Ming (1368 – 1644 d.C) come “Prima Meraviglia del Mondo”.

Grande 400 km , si trova presso Lunan Yi un paese a Nazionalità Autonoma. Incantevole e strana questa foresta di pietra è da visitare assolutamente.  Un antico detto locale recita: “Se visiti Kunming senza vedere la Foresta di Pietre, sprechi il tuo tempo”.

foresta di pietra

4 – Waitomo Caves Nuova Zelanza

Uno spettacolare cielo stellato in una grotta. E’ questo il paesaggio al quale potrete ammirare in Nuova Zelanda. Nulla di artificiale o magico, ad illuminare la grotta sono una miriade di insetti che emettono una luce fluorescente simili alle nostre lucciole.

Chiamati glow-worm, insetti bio-luminescenti che emettono dei bagliori che variano dal verde al blu, si trovano solamente in nuova Zelanda. Scoperte nel 1887 da un maori locale , sono un posto magico da visitare, dove al suo interno scorre un fiume, attraversabile con barche fatte su misura con steli di lino.

glow

L’inferno di Beppu in Giappone

Benvenuti all’inferno! Non preoccupatevi, è uno scherzo! Benvenuti in Giappone e precisamente  alle porte di Beppu, a nord-est. Questa cittadina è famosa sin dal medioevo per ospitare 2900 sorgenti calde, geyser e fumarole, segno di una considerevole attività vulcanica sotterranea.

Seconda solamente al parco dello Yellowstone , Beppu è il più grande complesso termale in Giappone. Un atmosfera dantesca, dove poter ammirare “i nove inferni di Beppu” o meglio conosciuti come Jigoku. Leggenda vuole che le sue sorgenti calde abbiano poteri straordinari sul corpo e sulla mente, tanto da attirare ogni anno 12 milioni di visitatori.

Unica precauzione ” non immergetevi nelle sue acque”, sarebbe come immergesi in una vasca in ebollizione!

L’inferno di Beppu

6 – L’occhio de deserto del Sahara

Il misterioso occhio del Sahara. Ci troviamo in mezzo al deserto e precisamente ad Ouadane, in Mauritania. Qui troviamo una struttura circolare con un diametro di 40 chilometri. Creatasi oltre 500 milioni di anni fa, questa struttura, è ben visibile dallo spazio. All’inizio si pensava fosse un cratere creato dalla caduta di meteoriti, ma non si è mai spiegato come si siano creati i dislivelli di oltre 40 metri tra un cerchio e l’altro.

Scoperta durante il volo spaziale americano dalla Gemini 4, nel giugno 1965, La Struttura di Richat ( chiamata anche cos’) appare come un grande occhio blu e verde con al centro un enorme fossile a spirale.

l'occhio del deserto del sahara

7 – Cattedrali di Marmo in Cile

Nell’estremo sud del mondo, in Patagonia, c’è uno dei sistemi di grotte più affascinanti al mondo. Formatesi oltre 6.000 anni fa dalla lenta erosione delle onde del lago Buenos Aires/General Carrera, sulle pareti di marmo.

Al centro del lago c’è un isolotto granitico,  all’altezza dell’acqua si aprono le entrate monumentali della cattedrale di marmo segnate da linee sinuose a tratti bianchissime che accolgono giochi di luce e riflessi stupendi.

marble-cave

 

Posti più strani al mondo
4.4Punteggio totale
Voti lettori: (1 Vota)

Post correlati